“Piano Rinascita Democratica” P2, ancora in attuazione!

La loggia massonica Propaganda 2 (P2), sta facendo ancora scuola?

Sembra infatti che l’attuazione del “piano”, anche dopo la scoperta della loggia segreta P2,  sia rimasto un obiettivo da raggiungere per “politicanti” inseriti in vecchi e nuovi partiti/movimenti.

Forze para-politiche trasversali, seppur senza fretta, sono ancora (almeno così sembra) nella continua ricerca di far approvare quelle modifiche e quelle nomine, utili e necessarie per mettere a punto la “falsa democrazia”.

Il fine sarebbe quello di garantirsi, il mantenimento della loro posizione e del potere conquistato, mantenendo sotto il loro controllo gli organi fondamentali dello stato e la gestione insindacabile delle sue economie.

Un piano (ormai storico) quello della loggia deviata P2 (vedi allegati)

Per le vecchie forze politiche, resta un possibile obiettivo ancora attuabile, per ottenere il controllo assoluto e un autentico accentramento del potere in poche mani.

Dunque un vecchio obiettivo è stato fatto proprio, da diversi leader politici (alcuni dei quali già in politica da allora) e loro seguaci, che si sono alternati in posti di vertice negli ultimi anni, che ritengono “rinascita democratica” ancora attuabile per acquisire il controllo dello stato.

Cercano, bypassando le necessità di realistici programmi politici, la sicurezza del mantenimento di una democrazia, eliminando la necessità di acquisire credibilità attraverso azioni concrete, tutte cose necessarie per ottenere il livello di consensi necessari a governare.

Un Programma che sembra oramai una guida, a disposizione di gruppi (di potere) politici e non solo, che legiferano a volte essendo in posizione di comando, o collaborando dalle retrovie.

Perché tale sensazione è sempre più presente  nei cittadini e in alcuni opinionisti politici?

Dall’osservazione delle leggi emanate e dei tentativi falliti, dai governi che si sono succeduti nell’attuale millennio, con a capo personaggi politici in quel momento emergenti, si nota che nell’ultimo ventennio, forze politiche al governo hanno cercato di portare (più volte) all’approvazione, diverse parti del “Piano di Rinascita” (vedi allegati), che era stato predisposto dal “maestro venerabile” (così li chiamano) e i componenti della loggia P2, fortunatamente per noi, riuscendo solo in alcune parti del piano, nell’intento.

Un progetto con il quale Gelli e co. miravano attraverso la loggia P2, a prendere il potere in Italia.

Fa preoccupare che ancora oggi faccia scuola e stimoli alcuni politicanti ad attuarlo, per tenere saldamente nelle proprie mani le redini dello stato.

Molti infatti sono i punti che nell’ultimo ventennio, sono stati oggetto di tentativi o di reale approvazione, che sembrano ripresi dallo stesso, poiché rispondono a molti dei punti previsti dall’ormai storico “Piano di Rinascita”.

Facciamo riferimento, ad esempio, ai tentativi a volte riusciti, del creare le condizioni perché alle elezioni ci fossero le liste bloccate, le spinte per eliminare i numerosi partiti (per generare il bipolarismo es. Berlusconi), la separazione delle carriere nella magistratura, la responsabilità civile dei magistrati, il nuovo bicameralismo con riduzione dei parlamentari (Renzi), tanti tasselli per prendere il controllo dei centri di potere e di farci cedere anche quel residuo di sovranità che non riusciamo a far prevalere. 

Insomma tanti politicanti, vecchi e nuovi, si sono mossi per fare tutti i passi necessari, affinché una volta preso il potere, potessero continuare a stare in sella, in modo indisturbato e poter legiferare liberamente, modificando tutto quanto disturba la gestione di un tipo di potere ad personam, in barba alle leggi attuali e alla nostra solida costituzione, ai movimenti popolari, agli ideali della popolazione, ecc..

Quali i rischi per la popolazione, soprattutto futuri genera una finta “rinascita democratica”?  

L’idea del StelleNelCuore, è che la modalità “Piano di rinascita democratica” sia ancora perseguita nella, ancora nostra, Italia e che anche gli ultimi cambi di governo, che si sono succeduti, non abbiano invertito la rotta, ma al massimo abbiano fatto delle pause, o al massimo delle piccole modifiche in contro tendenza, ma in quei casi, fatte o in attesa di applicazione o in modalità provvisoria.

Un pericoloso PIANO che un mix di “personaggi” sta tentando di attuare

Occorre che la popolazione si opponga a singole modifiche (che singolarmente non sembrano pericolose), ma che che potrebbero una volta completate, realizzare quanto, i nuovi potentati finanziari, con la collaborazione di “#politicastri” di vari partiti, di #pennivendoli di una buona parte degli organi di comunicazione, di una parte degli uomini delle “istituzioni deviati” e di “dirigenti vendutisi” di alcune parti di alcuni sindacati, ambiscono portare a compimento, non solo in Italia. 

Le ricchezze finanziarie accumulate da pochi, soprattutto grazie alla strapotenza delle multinazionali, ma anche grazie alla compiacenza dei paradisi fiscali, e alla strana accettazione delle altre nazioni defraudate di una montagna di legittime tasse, sono la prova inconfutabile che ormai da anni “è stata abolita” la sovranità dei popoli, laddove si era conquistata con decine di anni di lotte.       

“La rinascita democratica” dunque, sembra a noi del StelleNelCuore, sia una “spada di Damocle” che pende sulle teste di tutti e soprattutto su quelle delle nuove generazioni, che non sono opportunamente informate, di quanto rischiano. 

Mantenendo una estrema riservatezza, sulle modifiche già fatte e su quelle in programma, anche con l’aiuto della disinformazione e di accurate fake news, che rendono dubbia ogni informazione, e nei momenti critici (o quando occorre distrarre) con “teatrini” fuorvianti, enfatizzati dai media. 

Movimento StelleNelCuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *