Amministrative 2021: le forze politiche si organizzano

Le elezioni non finiscono mai .. ora tocca alla Sardegna

Dopo il voto nei comuni siciliani, si passa a quelli della Regione Sardegna, la cui data di voto è stata fissata per il 25-26 ottobre. Si tratta di 160 comuni su 377 comuni sardi (42,4%). 

Il turno di ballottaggio si terrà l’8 e 9 novembre.

 

Dunque si voterà anche a fine ottobre, ma l’appuntamento più importante, ci sarà nel 2021, il Viminale deciderà quando, forse una data compresa tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, se il Covid lo permetterà. Saranno quindi oltre 1.300 i comuni al voto, di cui 21 capoluogo di provincia, salvo che nei prossimi mesi se ne aggiungano altri, per scioglimento anticipato delle Giunte.

Una chiamata degli elettori che inciderà molto sul futuro delle forze politiche   

Un appuntamento, quello del 2021, considerato molto importante, poiché molti elettori saranno chiamati alle urne. Infatti saranno coinvolte le città di Milano, Roma, Torino, Bologna e Napoli, che sono tra le citta più popolose d’Italia. 

Saranno inoltre coinvolti anche molti i comuni capoluogo, quali: Benevento, Bologna, Carbonia, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Milano, Napoli, Novara, Olbia, Pordenone, Ravenna, Rimini, Roma, Salerno, Savona, Torino, Trieste, Varese.

Si dovrebbe votare la domenica dalle ore 07:00 alle ore 23:00 e il lunedì dalle ore 07:00 alle ore 15:00, confermando la doppia giornata e iprotocollo sanitario usato in occasione del referendum e le regionali che non ha prodotto particolari problematiche ai seggi.

In Umbria sono 11+1 i comuni al voto tra i quali Città di Castello e Assisi

Questi i comuni che rinnovano l’amministrazione comunale in Umbria: 

Comune (popolazione legale) Sindaco eletto Coalizione
Assisi (27.377) Stefania Proietti Cristiano Riformisti, L.C. Assisi Domani, Partito Democratico
Bettona (*(4.302) Lamberto Marcantonini L.C. Quadrifoglio
Bevagna (5.074) Annarita Falsacappa L.C. Congresso Civico
Città di Castello (40.064) Luciano Bacchetta Sinistra la Sinistra per Castello, Partito Democratico, Socialisti
Nocera Umbra (5.953) Giovanni Bontempi L.C. Vivere Nocera
 
Prov. TR
6 comuni
Comune (popolazione legale) Sindaco eletto Coalizione
Amelia (11.781) Laura Pernazza L.C. per Amelia
Avigliano Umbro (2.568) Luciano Conti L.C. Insieme
Castel Giorgio (*(2.178) Andrea Garbini L.C. Cambiamo Castel Giorgio
Montecastrilli (5.190) Fabio Angelucci L.C. Insieme per il Bene Comune
Otricoli (*(1.915) Antonio Liberati L.C. Certezza e Futuro
Parrano (*(590) Valentino Filippetti L.C. Parrano Bene Comune

A questi i comuni, si potrebbe aggiungere Montefalco, qualora non riesca ad approvare entro ottobre (scadenza prorogata) il bilancio.

Nei due comuni più grandi, è già partita la corsa alle comunali.

Ad Assisi mentre il centro destra ha già fatto le prime mosse, creando la “Coalizione di centrodestra”, il centro sinistra si appresta a creare liste d’appoggio all’attuale sindaco Stefania Proietti. E’ già da qualche mese che si mormora che Valter Stoppini voglia dare vita a una sua lista in appoggio, lasciando il Pd.   

E’ infatti da alcuni mesi che i partiti di centro-destra uniti, si stanno organizzando. Ci sono notizie di stampa ad esempio che riportano le prime mosse di Stefano Pastorelli. Il capogruppo in consiglio regionale e Segretario della Lega di Assisi, ha già avviato il percorso unitario, che porterà i partiti di centro-destra e le forze civiche, a concorrere per il successo elettorale del prossimo anno. Da notare che negli incontri, sono stati condivisi alcuni punti cardine, che saranno le basi per il programma elettorale della coalizione di centrodestra.  In particolare quindi, gli aspetti condivisi sono Turismo, valorizzazione delle peculiarità locali, incentivi per famiglie e disabili, istruzione e sicurezza.

Nell’Alta Valle del Tevere tosco-umbra, due comuni toscani confinanti, torneranno alle urne insieme a Città di Castello   

Non sarà certamente da meno, la battaglia nel terzo comune per abitanti della provincia di Perugia. Uno scontro quello per le elezioni amministrative, che ha già attivato le forze politiche locali, dove tre fra i principali Comuni dell’Alta Valle del Tevere, sono in piena attività politica, malgrado il Covid.

I residenti di Città di Castello ()Umbria, Sansepolcro e Anghiari (Toscana) torneranno alle urne per eleggere sindaco e consiglio comunale. I Sindaci in carica e le loro a giunte, puntano a fare il bis, approfittando del fatto che, “i soldi ci sono”. Quindi approfittando delle disponibilità di spesa, della burocrazia più snella, hanno iniziato già ad appaltare lavori ed altri ne hanno programmati per i mesi antecedenti il voto.

Un anno miracoloso per i sindaci in carica, il 2021 che sembrerebbe nero per le opposizioni, perché parte delle promesse elettorali saranno realizzate prima del voto.  A Citta di Castello al centro destra, non resterà che far capire che l’improvviso attivismo, è conseguenza diretta del traguardo elettivo.  

La domanda che molti di noi si pongono, visto che Assisi e Città di Castello, sono tra le ultimissime roccaforti del centrosinistra, è:

SI FERMERA’ LA CONQUISTA DEI COMUNI DA PARTE DEL CENTRO DESTRA IN UMBRIA?   

Movimento StelleNelCuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *