CONSORZIO DI BONIFICAZIONE UMBRA: MA COME CI TRATTA E QUANTO CI COSTA?

Al  Movimento StelleNelCuore, sembra evidente che la Bonificazione Umbra malgrado gli elevati ed insostenibili costi, non sia in condizioni di portare a termine, in tempi ragionevoli gli impegni che le leggi le riservano. Si rileva infatti, leggendo i bilanci, i lunghissimi tempi, a volte biblici, nel portare a termine un progetto.   

LA GESTIONE ECONOMICA DEL CONSORZIO IN ROSSO

Può un Consorzio di bonifica, che è un ente di diritto pubblico, mantenere una gestione economica in perdita (prevedendola anche nei bilanci preventivi) per molti anni consecutivi (vedi allegati), senza che la regione non intervenga?

Visto che gli enti debbono provvedere annualmente al riaccertamento dei
residui attivi e passivi, verificandone, le ragioni del loro mantenimento. E visto che tra i residui attivi, possono essere conservate solo le entrate accertate ed esigibili, nell’esercizio di riferimento in quanto giunte a scadenza, ma non incassate. E soprattutto che la certezza dell’esigibilità è l’unico criterio da prendere in considerazione per mantenere un residuo in bilancio:

Ci domandiamo se i residui attivi che il Consorzio di bonifica, mantiene in bilancio, relativi agli anni passati (addirittura dal 1997/98, vedi allegati), come possano aver rispettato, nei controlli annuali (se sono stati fatti) tale principi, considerando che i termini di prescrizione ordinaria sono di 10 anni?

Il Movimento StelleNelCuore ritiene che i consorziati debbano essere informati, della situazione economica in cui versa il consorzio, del quale fanno parte senza averne fatto richiesta, mentre allo stato attuale sembrano esserne all’oscuro.

UNA DELLE NOSTRE PRIME BATTAGLIE SARA’ fare chiarezza sulle iscrizioni ai ruoli insieme al pretendere una vera trasparenza nei bilanci del consorzio di bonificazione Umbra, sia nella parte economica sia in quella gestionale-previsionale.

E’ TEMPO CHE IL CONSORZIO FACCIA QUELLO PER CUI E’ STATO COSTITUITO! 

A CHE SERVONO I CONSORZI DI BONIFICA SE NON FANNO QUELLO PER CUI SONO NATI? OCCORRE CAMBIARE IL MODO DI OPERARE!

I Consorzi di bonifica dovrebbero servire alla pianificazione, realizzazione e gestione della bonifica, dell’irrigazione e della tutela e valorizzazione del territorio rurale.

Se, invece, andiamo a vedere nel dettaglio, gli atti posti in essere non solo dalla Bonificazione Umbra, troviamo tanti studi, progettazioni e lavori dati in appalto, parcelle e consulenze di specialisti ed avvocati, e per completare l’opera dei costi di lavoro esorbitanti, e la dirigenza pagata a peso d’oro!

E’ SENSATO CONTINUARE COSI’ ? IL CONSORZIO E’ DEI CONSORZIATI!  

Aumentando i balzelli ai consorziati, facendo mutui per recuperare liquidità, per finire con un disavanzo di mezzo milione di euro?

Allargando l’orizzonte, inoltre, crediamo che in una regione piccola come l’Umbria, siano presenti troppi consorzi in sofferenza (tra i quali il Tevere-Nera commissariato dal 2104 per diversi anni), tre sono infatti i consorzi presenti e pesano sempre più sulle spalle dei consorziati.

Il Movimento StelleNelCuore, crede che la dimensione operativa del consorzio rende difficile la sua gestione economica, e la mancanza di controllo della regione, renda tale gestione fallimentare.

Propone per recuperare economicità, di iniziare al più presto un percorso che porti il Consorzio di Bonificazione Umbra, a fondersi con gli altri due consorzi Umbri (che certamente hanno simili problematiche), in modo da superare la soglia critica, di almeno 20 milioni annui, rendendo più efficienti le strutture, rendendo realizzabile la quadratura  dei costi con i ricavi.

Il Movimento StelleNelCuore, crede che i tre consorzi di bonifica fondendosi, in un unico consorzio, strutturato in tre divisioni operative, (Spoleto-Foligno, Orvieto e Terni), seppur mantenendo le strutture operative territoriali, potrebbe risolvere i problemi di bilancio con risparmi di scala, e al tempo stesso giustificare i costi di lavoro esagerati dei quadri, generando benefici sia ai consorziati sia agli stessi dipendenti.

QUESTO IN BREVE IL CONSORZIO BONIFICAZIONE UMBRA:

  • Consorzio di Bonificazione Umbra (Il Consorzio ha carattere interregionale e interessa una superficie totale di 177.779 ettari); costo del lavoro 252.000 per i 6 operai, 281.000 per i 16 avventizi e per i 20 dipendenti d’amministrazione € 1320.000; contributi dei consorziati 3.700.000, le entrate da lavori pari a € 4.978.000. Gli organi di consorzio costano € 108.246
    • Nel 2007 la pianta organica dell’Ente era costituita da 10 unità di personale, di cui 4 impiegati nei ruoli tecnici, 2 nei ruoli amministrativi e i restanti 4 nella gestione e manutenzione degli impianti. Non erano presenti figure laureate.

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-895.png

AD ESEMPIO COME E’ ANDATA NEL 2018?

Di seguito si può vedere l’andamento dell’ultimo anno di gestione con bilancio consuntivo il 2018, altri anni si possono vedere negli allegati.

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-890-791x445.png

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Costo-personale-2018.png

QUALI I PROBLEMI PIÙ EVIDENTI NELLA GESTIONE

COSTO DEL LAVORO SIA MEDIO CHE TOTALE

COSTO DEL PERSONALE: CONSORZIO DI BONIFICAZIONE UMBRA = 1.981.924 nel 2018 Un costo medio per addetto -“impiegati di 69 mila Euro circa”, operai t.i. di 45 mila € circa, e di 18 mila degli operai avventizi.

Un costo che all’origine era molto contenuto, ma che si è nel tempo, dilatato a dismisura, insieme al numero degli addetti, che se nel 2007, la pianta organica dell’Ente, fissava in 10 unità (di cui 6 impiegati e i restanti 4 nella gestione e manutenzione degli impianti), sono ora diventati 27 (vedi pianta organica 2018).

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-812-1024x503.pngCosto del personale euro 1.980.000,00 N° dipendenti 26 + Direttore + 16 avventizi

Come può essere produttivo ed efficiente, un organico di circa 26 persone, visti gli innumerevoli e diversificati, compiti assegnati (ai quali se ne sono aggiunti altri, per cercare di quadrare il bilancio) ai consorzi di bonifica.

Il Movimento StelleNelCuore ritiene inoltre che, i costi del Direttore e dei suoi quadri siano eccessivi, inopportuni ed ingiustificati; Essi risultano superiori a quelli di pari professionalità in altri Consorzi o attività di pari impegno e professionalità. In particolare ci colpiscono i costi del Direttore che raggiunge quasi i 170 mila Euro, e quelli dei Capi settore che si attestano tra i quasi 90 mila a più di 100 mila euro l’anno. Come si evince dal prospetto (qui sotto), un po’ tutti i costi sono elevati, mentre il realizzato, non sembra in linea con tale situazione di costi di lavoro.

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-964.pngTabella costi di lavoro da Bilancio preventivo 2018

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-890-1.pngSituazione di disavanzo del 2018, in allegato le situazione disavanzo di altri 4 anni

Movimento StelleNelCuore

Allegati:

https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Bilancio-consuntivo-provvisorio-2015.pngSituazione amministrativa presunta di disavanzo a fine 2015 https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Dettaglio-bilancio-2016.pngDettaglio disavanzo in bilancio nel 2016 https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Relazione-presisente-bilancio-2017-1024x375.pngRelazione presidente bilancio Consuntivo 2017 https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Bilancioconsuntivo-2017.pngConto consuntivo e disavanzo 2017 https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-961.pngBilancio preventivo con disavanzo del 2018 https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-963.pngCosti dei servizi da Bilancio Preventivo 2018 Relazione bilancio preventivo con disavanzo previsto nel 2019

  • https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-922-1024x611.png
  • https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-923-1024x581.png
  • https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-920-1-1024x609.png
  • https://www.stellenelcuore.it/wp-content/uploads/2020/01/Screenshot-924.png

Quattro pagine delle nove pagine di residui attivi (crediti non riscossi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *