Foligno: La Giunta manda la terza elaborazione del Bilancio di previsione 2020 in I° Commissione consiliare

CONVOCAZIONE DELLA PRIMA COMMISSIONE CONSILIARE
Premesso che la Conferenza Stato-città ha approvato la proroga di ulteriori 30 gg. per l’approvazione dei bilanci di previsione 2020 per i Comuni, la Giunta di Foligno ha deciso di inviare il bilancio (come prevede la prassi) in Commissione (vedi allegati).
 
CONVOCAZIONE DELLA PRIMA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER IL GIORNO 05/03/2020 E PER IL GIORNO 10/03/2020

All’ordine del giorno la determinazione delle Aliquote per la nuova IMU e la conferma delle aliquote IRPEF 2019, che sono propedeutiche alla approvazione del Bilancio di Previsione 2020, il Dup (Documento unico di programmazione) 2020-2022, 

L’iter di approvazione del bilancio preventivo, parte con la redazione delle proposte tecnico-amministrative, che vengono predisposte dal’Area Servizi Finanziari-Servizio di Ragioneria comunale, il quale svolge il coordinamento delle attività di pianificazione triennale e di programmazione annuale indispensabili per la predisposizione e l’aggiornamento del bilancio di previsione annuale e pluriennale. Tale redazione di Bilancio, fa da punto di partenza, alla redazione della proposta di bilancio di previsione da parte della Giunta, in modo che ciascun assessore la trasformi in propria, essendo ognuno degli assessori responsabile del buon utilizzo delle risorse assegnate alla propria area di competenza.

Spetta poi alla Giunta nel suo insieme, appena completato e verificato il Bilancio, approvarlo e inviare la proposta di bilancio di previsione redatta, in commissione consiliare per la valutazione dei consiglieri comunali.  I regolamenti comunali stabiliscono ( Foligno prevede che “la Giunta entro il 30° giorno, messi agli atti del Consiglio e consegnati ai Revisori”. -” I Revisori depositano agli atti del Consiglio la relazione sul bilancio preventivo entro il 20° giorno” e infine “I Consiglieri presentano gli emendamenti al bilancio entro il 10° giorno”.) quanti giorni prima del Consiglio, la Giunta deve rendere disponibile la bozza di bilancio e quanto tempo è a disposizione dei consiglieri per eventuali emendamenti.

Dopo il passaggio in commissione, la proposta passa al Consiglio Comunale, che dopo una discussione collegiale, provvede alla deliberazione definitiva. 

Il Movimento StelleNelCuore ritiene che vista, la complessità (molti sono gli elaborati, e lo schema di bilancio particolare e in continua evoluzione) del bilancio, viste le due variazioni che ha subito, i tempi stretti a disposizione, i componenti della I° Commissione consiliare convocati,  , dovrebbero avere la facoltà (ogni gruppo consiliare almeno delle opposizioni), di farsi assistere da un membro esterno esperto (persona di comprovata e documentata esperienza, in materia di contabilità applicata agli Enti Locali) con costo a carico del comune. 

nomine dei collegi dei revisori dei conti degli enti locali

Ci sembra inoltre opportuno far sapere che, non ci risulta ancora pubblicata la relazione del collegio dei revisori dei conti, elemento indispensabile per i Consiglieri Comunali che fan parte della I° Commissione (quella che deve esaminare ed esprimere un parere da inviare al consiglio comunale), i quali saranno forse costretti ad esaminare con difficoltà e/o in tempi ristretti.

Cogliamo l’occasione per far conoscere alla cittadinanza, che in relazione alle nomine dei collegi dei revisori dei conti degli enti locali, con il decreto fiscale 2020 si è deciso di fare marcia indietro nella scelta dei revisori dei conti degli enti locali.

Con una norma inserita a sorpresa nel disegno di legge di conversione del decreto fiscale 2020, la Camera ha deciso, in deroga al meccanismo dell’estrazione a sorte, il ritorno della nomina politica per i presidenti dei collegi dei revisori dei conti degli enti locali e la restrizione del sorteggio da base regionale a provinciale. Le motivazioni avanzate per giustificare il ritorno alla nomina politica del presidente del collegio sono legate essenzialmente a situazioni di scarsa collaborazione con l’organo di revisione.

La questione riguarda, però, il piano dell’indipendenza del controllore rispetto al controllato, per garantire la quale era nato il meccanismo dell’estrazione.

Movimento StelleNelCuore

Allegati:

ANCHE QUEST’ANNO LA  DATA ENTRO LA QUALE IL BILANCIO DEVE ESSERE APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE HA SUBITO DUE DIFFERIMENTI!!

Nella seduta dell’11 dicembre 2019, la Conferenza Stato-città ed autonomie locali ha espresso parere favorevole al differimento dal 31 dicembre 2019 al 31 marzo 2020 del termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2020-2022 da parte degli enti locali, ai sensi dell’art. 151 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.

Nuova Proroga sull’approvazione dei bilanci di previsione 2020 per i Comuni. La conferenza Stato-Città, nell’ultima riunione avvenuta al ministero dell’Interno, ha dato parere favorevole allo slittamento del termine ultimo. Ricordiamo che, per quanto riguarda il bilancio di previsione era già arrivata in precedenza una proroga a Marzo 2020.

Questo importantissimo adempimento riguarda la gestione contabile dell’Ente: in linea di principio la bozza del bilancio di previsione viene predisposta ogni anno dalla Giunta, presentata al Consiglio comunale e approvata entro la fine dell’anno precedente.

In buona sostanza la conferenza Stato-Città, riunita ieri 27 febbraio al ministero dell’Interno, ha dato parere favorevole allo slittamento al 30 aprile dell’approvazione per i Comuni dei bilanci di previsione 2020.

L’esigenza si è resa necessaria per l’emergenza coronavirus, che ha reso un po’ più complicata la vita in questo mese all’interno degli Enti Locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *