IL RIORDINO DELLE SOCIETA’ PARTECIPATE

Foligno 25 marzo 2019 – Progetto n° 20/30 (venti di trenta) del programma elettorale.

Premessa:

Il riordino delle società partecipate dagli enti locali, è un obiettivo che si trascina da dieci anni e che si è dimostrato di difficile applicazione, sia a causa della sua complessità della legislazione esistente, sia per la mancanza di volontà degli amministratori (che le utilizzano come “cimitero degli elefanti”).

La razionalizzazione delle partecipazioni degli enti locali, essendo uno degli obblighi che il comune deve rispettare, ci spinge a ipotizzare modifiche sostanziali, che l’amministrazione uscente non ha realizzato ne ha paventato l’intenzione di effettuare. Infatti anche nel prossimo bilancio si è previsto solo il minimo sindacale.

Motivazione:

Una importante criticità nella governance delle società controllate e/o partecipate comunali, è per il Movimento StelleNelCuore l’assenza di una struttura appositamente preposta al controllo delle stesse società, che sia interfaccia degli Amministratori Comunali.

Ciò comporta:

  • Assenza di sistematiche rilevazioni di customer satisfaction e analisi di benchmarking;
  • Scarso coordinamento tra il Comune e i membri di Cda di espressione comunale;
  • Scarso (a volte assente) controllo dell’adempimento degli obblighi dei contratti di servizio. 

I criteri che necessita applicare sono:

  • Analisi dei nuovi modelli di governance (vedi anche, riforma Vietti);
  • Proposta di revisione degli indirizzi per le nomine;
  • Proposte in merito alle attività di vigilanza e controllo (Regolamento e/o Agenzia indipendente/il controllo contabile può essere affidato a un revisore esterno, con compiti, funzioni e doveri come sopra descritti);
  • Gestione industrialmente efficiente delle società comunali;
  • Strutture di comando ed esecuzione professionali e trasparenti;
  • Diritto-dovere del Sindaco di definire gli indirizzi strategici;
  • Trasparenza della nomina e revoca dei rappresentanti del Comune. 

Intenzione del Movimento StelleNelCuore è di concentrare la gestione delle Società controllate-partecipate, in una gestione accentrata di tutte le partecipazioni, facendole confluire in una unica società che operi come una Holding gestoria operativa, costituita ad hoc, cosa tecnicamente possibile infatti anche ” La Corte dei Conti, in sede di controllo, si è espressa sulla holding degli enti locali anche in altre occasioni esprimendo giudizi in linea con la deliberazione sopracitata ad eccezione della deliberazione 3/2009/GEST della sezione controllo Bolzano. E per di più “Recentemente per effetto dell’entrata in vigore della disposizione contenuta nell’art. 14 comma 32 del D.L. 78/2010 la holding degli enti locali ha assunto un maggiore interesse in quanto se attuata con la finalità di addivenire ad un più efficace controllo sulle società partecipate potrebbe essere considerata coerente con la indicata disposizione di legge, …”

Si tratta di costituire una nuova S.P.A. che inglobi al suo interno tutte le società controllate (da mantenere come Vus e Afam), strutturata in divisioni, cioè unità organizzative ognuna delle quali gestisca le varie attività comunali esistenti.

Si vuole generare una Macrostruttura multi-divisionale:

  • Settore vendite – che includa <Gas, Elettricità, Acqua, Medicinali >;
  • Settore servizi comunali che includa <Rete Gas, Rete Acqua, Rifiuti ecc.>;
  • Settore partecipazione a società servizi vari.

Tale da consentire una riduzione dei costi (anche con l’eliminazione di poltrone) e al tempo stesso un più facile e quindi attento controllo da parte di tutte le figure predisposte dalle leggi a tale compito come:

  • Il Segretario Generale comunale,
  • Il responsabile dei servizi finanziari del comune,
  • Il dirigente competente,
  • I revisori dei conti,
  • I componenti del/i Consigli/o d’Amministrazione nominati dal Comune,
  • Le forze politiche elette (utilizzando le indicazioni che i Sindaci delle società partecipate, devono comunicare al Collegio dei Revisori dell’Ente, segnalando le criticità rilevate).

Per dipiù una gestione così fatta, (divisione decentrata intermedia), è in grado di limitare i conflitti, e nel contempo riduce la perdita di controllo del vertice. Genera inoltre notevoli economie di scala e dà ampio spazio alla specializzazione. Per finire facilita anche la stesura del bilancio consolidato comunale.

Il Movimento StelleNelCuore ritiene anche che possa essere utile, creare un Consorzio con i Comuni della Valle Umbra disponibili per la gestione delle attività di servizio ai Cittadini ampliando quanto viene già fatto da VUS, sia per le vendite che per la gestione reti, nei settori Idrico Igiene Ambientale Energia medicinali e Immobiliare.  

LE SOCIETÀ COMUNALI PUBBLICHE

La volontà della politica nazionale è quella di ridurre l’utilizzo delle società partecipate comunali, anche per l’abuso ed il cattivo utilizzo che i Comuni hanno fatto di questa possibilità. Per rispondere a tale necessità alcuni Comuni hanno adottate nuove soluzioni:

  • Costituzione di strutture per la gestione delle partecipazioni e dei controlli;
  • Costituzione di autorità indipendenti;
  • Conferimento a società holding dell’intero pacchetto di partecipazioni.

Sono state ritenute particolarmente interessanti le esperienze dei Comuni che hanno creato Agenzie/Autorità indipendenti con compiti quali:

  • Verifica della correttezza operativa degli organi amministrativi e di controllo delle società controllate;
  • Verifica del rispetto dei contratti di servizio e delle carte dei servizi;
  • Proposta di modifica dei contratti di servizio e delle carte dei servizi;
  • Proposta di adozione delle carte dei servizi;
  • Valutazione di reclami, istanze e segnalazioni;
  • Collaborazione con il Difensore Civico;
  • Predisposizione di una relazione tecnica annuale al Sindaco e al Consiglio comunale;
  • Funzioni di supporto su richiesta del Sindaco o del Presidente del Consiglio comunale;
  • Segnalazione di anomalie operative o infrazioni a norme, regolamenti, codice etico e di autodisciplina da parte delle società controllate.

 Elenco società controllate o partecipate, del Comune di Foligno:

 

AFAM S.P.A. http://www.afamfoligno.com/

GRUPPO V.U.S.:

VALLE UMBRA SERVZI S.P.A. http://www.valleumbraservizi.it/

VUS COM S.R.L. http://www.vuscom.it/vus/ ;

 

VUS G.P.L. S.R.L. http://www.vusgpl.it/vus/

TREC S.P.A. IN LIQUIDAZIONE – non ha sito web)

I.C.T. VALLE UMBRA S.R.L. http://www.ictvalleumbra.it/

INTERPORTO MARCHE S.P.A. http://www.interportomarche.it/

 AGENZIA PER L’ENERGIA E L’AMBIENTE http://www.aea.perugia.it/

 SVILUPPUMBRIA S..A. http://www.sviluppumbria.it/it/home;  

UMBRIA DIGITALE S.C.A.R.L. http://www.umbriadigitale.it/

 

FOLIGNO IMPRESA LAVORO SVILUPPO S.R.L. IN LIQUIDAZIONE (in breve F.I.L.S.S.R.L.) http://www.filsfoligno.com/

 FOLIGNO NUOVA S.P.A. IN LIQUIDAZIONE – non ha sito web

 MATTATOIO VALLE UMBRA SUD S.P.A. IN CONCORDATO – non ha sito web

Molte di queste sono state inserite nel bilancio 2019 come società da dismettere. Il Movimento si riserva di valutare la convenienza economica del disfarsi rapidamente delle partecipazioni previste dall’amministrazione uscente.

Resta comunque chiaro che le aziende partecipate che sono e debbono restare il fulcro delle partecipate comunali sono:

Vus spa, Vus Com e Afam, per le quali abbiamo previsto i prossimi due punti del nostro programma elettorale, di prossima pubblicazione.  

Movimento Foligno StelleNelCuore