Lettera aperta al Sindaco e alla Giunta Comunale di Foligno

Il Movimento StelleNelCuore, ha preso atto che a giugno di quest’anno, la maggioranza dei votanti-elettori, ha manifestato la volontà di cambiare, assegnando il compito di amministrare il comune a delle forze politiche, molto lontane da quelle che avevano amministrato nel passato, ha anche preso atto che tale novità ha creato nei cittadini una forte aspettativa di cambiamento.

C’è in atto, una forte aspettativa del ripristino del diritto dei Cittadini, a vivere in un luogo pulito, sicuro, trasparente e che stimoli la ripresa economica del comune, anche attraverso l’accesso ai finanziamenti europei.

Molti attivisti e simpatizzanti, sorpresi dall’oramai cronico silenzio delle opposizioni, che non hanno mai sollevato obiezioni su tali argomenti,ci hanno sottoposto le loro considerazioni e i loro dubbi in merito alla nuova amministrazione, noi li abbiamo raggruppati in dieci domande, racchiudendole in una lettera indirizzata al SINDACO e alla GIUNTA del comune di Foligno.

IN ALLEGATO LA LETTERA INVIATA AL SINDACO E ALLA GIUNTA

Facendoci portavoce delle domande dei Cittadini, abbiamo chiesto al nuovo Sindaco e la sua Giunta, con la lettera aperta sopra inserita,  le informazioni necessarie per poter valutare l’operato delle nuove forze politiche.

Lettera che a ad oggi non ha ricevuto risposta ne dal sindaco, ne dai componenti della giunta. Riteniamo che questa politica dello “struzzo“, nei confronti dei cittadini che chiedono spiegazioni all’amministrazione sul suo operato, sia riprovevole e non rispettosa della democrazia.  Citando un modo di dire, “domandare è lecito, rispondere è cortesia” anche quando le domande non fanno piacere.

Ma vediamo in dettaglio il contenuto della lettera e le motivazioni, che hanno determinato le 10 domande 

LE NOSTRE PRIME DIECI DOMANDE AL NUOVO SINDACO E ALLA SUA GIUNTA:

  1. IL PROGRAMMA DI MANDATO (linee programmatiche) – Avendo il Sindaco presentato (alla scadenza del termine fissato dallo statuto comunale 120 gg.) al consiglio le linee programmatiche, sia la causa del ritardo abissale,  della presentazione al consiglio comunale del DUP (Il documento unico di programmazione che la giunta deve presentare al consiglio comunale entro il 31 luglio è il principale strumento per la guida strategica e operativa e rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri strumenti di programmazione.) 2020-2022. Non si ha infatti ancora notizia di quando il DUP sarà approvato dal Consiglio Comunale. E’ infatti passato anche il 15 novembre, scadenza normalmente prevista per le rettifiche. Ciò è secondo noi la logica conseguenza del ritardo, visto che la norma prevede che, il DUP possa essere presentato solo dopo o contestualmente al programma di mandato. Il DUP quindi, che era (secondo norme) da presentare al consiglio comunale entro lo scorso 31 luglio, non è stato presentato neppure entro il 15 Novembre. Essendo ché nello stesso, è presente il programma delle opere pubbliche e il piano di acquisizione dei beni e servizi, oltre ai documenti programmatori, si è creata una situazione tale che, per la Giunta resta difficile se non impossibile, fare un programma delle azioni da intraprendere il prossimo anno, senza trovarsi in seguito nella necessità di modificarlo. Ciò ritarderà di fatto tutte le azioni programmatiche relative al prossimo anno. Ci troviamo dunque insediata una nuova amministrazione, praticamente ferma che ritarderà opere necessarie ed urgenti di almeno un semestre. Ci domandiamo quindi, visto che le linee programmatiche sono la diretta conseguenza del programma elettorale, quale sarà stata la motivazione di tale ingiustificabile ritardo?  
  2. LA CONFERMA DEL SEGRETARIO COMUNALE, IN CARICA GIÀ DA MOLTI ANNI

Il Movimento StelleNelCuore, e molti cittadini simpatizzanti, si sono meravigliati quando hanno appreso la notizia, che il Sindaco aveva compiuto la scelta, di confermare il Segretario già in carica.

E’ infatti prassi diffusa, visto che tale ruolo è determinante per molte decisioni anche politiche, la sua sostituzione nei tempi tecnici necessari. Il Segretario infatti è attivo non solo per la parte amministrativa della struttura dell’Amministrazione (che sovrintende), in quanto concorre a quella categoria giuridica della polis, “conducendo  un complesso e intenso rapporto con gli organi di governo” con una partecipazione attiva alle decisioni politiche, in un apporto/ rapporto valoriale che ne garantisce la piena compatibilità con l’ordinamento, tale che giustifica la sua cessazione automatica al cambio del Sindaco. 

Esso oltre a svolgere le proprie funzioni istituzionali, sovrintende anche allo svolgimento delle funzioni dei dirigenti e al coordinamento dell’attività di questi. Svolge quindi oltre a compiti di natura amministrativa, la parte dirigenziale dei compiti del direttore generale. Svolge compiti assegnategli dalle leggi oltre alle molteplici e variegate funzioni aggiuntive, assegnate dal Sindaco. Tra le quali citiamo che:

  • sovrintende e coordina l’attività dei Dirigenti; 
  • è responsabile dell’Ufficio per i procedimenti disciplinari nei confronti dei Dirigenti;
  • è componente del Nucleo Tecnico di Valutazione;
  • è stato nominato dal Sindaco Responsabile della Prevenzione della corruzione, ai sensi della legge 190/2012;
  • è stato nominato dal Sindaco Responsabile per la Trasparenza, ai sensi della legge 190/2012 e del D. Lgs. 33/2013;
  • è stato nominato dal Sindaco Responsabile dell’Unità di Controllo di Regolarità Amministrativa, ai sensi del D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012;
  • è responsabile del controllo strategico, ai sensi del D.L. 174/2012 convertito nella legge 213/2012 e del vigente Regolamento comunale sui controlli interni.
  • è responsabile dei poteri sostitutivi di cui all’art.. 2, comma 9bis, della legge 241/1990;
  • partecipa con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni del Consiglio e della Giunta e ne cura la relativa verbalizzazione; 
  • roga tutti i contratti nei quali l’Ente è parte ed autentica scritture private ed atti unilaterali nell’interesse dell’Ente;
  • collabora con gli organi dell’Ente con compiti di assistenza giuridico-amministrativa in ordine alla conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo statuto e ai regolamenti;
  • presiede la Delegazione trattante di parte pubblica

E’ quindi prassi naturale la decadenza del Segretario, al “cambio di guardia” comunale. Ci si domanda quindi perché è stato confermato?

     3.ESSENDO, L’ACCORDO MISMETTI-COOP SCADUTO, CI SI CHIEDE, COSA INTENDE FARE LA NUOVA AMMINISTRAZIONE PER L’AREA CAMPUS EX ZUCCHERIFICIO. APPLICARE L’ACCORDO MISMETTI O PROPORNE UNO NUOVO.

Parliamo dell’Accordo “capestro” raggiunto tra Coop e Comune di Foligno il 7 febbraio 2019, attraverso il quale il consiglio comunale ha dato un primo via libera, che riguarda (tra l’altro) l’area I Cipressi dell’ex Sansificio e la Buca di Prato Smeraldo, approvando il progetto con modifica di destinazioni d’uso per la realizzazione di un centro per il riuso degli oggetti alla Paciana; Entro il 24 marzo, Coop Centro Italia doveva (e avrà fatto) presentare la proposta per l’utilizzo dell’area dell’Ambito Il Campus, scorporata dalla parte riguardante la proprietà di Magazzini Gabrielli, che non aveva sottoscritto la soluzione extragiudiziale; la proposta, andava approvata entro nove mesi dal Consiglio Comunale al fine di passare alla sottoscrizione della convenzione urbanistica integrativa, che comprendeva la variante (la Coop Centro Italia de-localizzerà nel terreno dell’ex Sansificio a ridosso dell’Agorà, 10 mila metri quadri diminuendo così di fatto il carico urbanistico dell’area dell’ex Zuccherificio). I Cittadini vogliono sapere, le diverse cause non giunte a sentenza, sono ancora aperte o è stato fatto un nuovo accordo con la Coop? Se così fosse in cosa consiste?  Link su ex zuccherificio:

http://www.comune.foligno.pg.it/articoli/ambito-1-il-campus-area-ex-zuccherificio   

   4. RILANCIO ECONOMICO, in campagna elettorale, la coalizione ora al governo cittadino, aveva dato molta importanza alla necessità di attivare progetti di rilancio per la montagna (anche per stimolarne il ripopolamento), il commercio e la viabilità in special modo del centro storico. La cittadinanza quindi attende con impazienza novità circa i contenuti e le date di realizzazione almeno dei primi progetti promessi. 

    5. LA SICUREZZA: CAVALLO DI BATTAGLIA, DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE, DELLA COALIZIONE ORA AL GOVERNO DELLA CITTÀ. 

I Cittadini ci hanno creduto ed ora si aspettano interventi rapidi, che migliorino la loro sicurezza.

Le aspettative dei Cittadini più sentite, si riferiscono al come intende affrontare la nuova amministrazione, i problemi di sicurezza e vivibilità causati:

    • dalla microcriminalità sempre più diffusa,
    • dalla MalaMovida che rende invivibile alcune zone,
    • dall’accattonaggio molesto che in maniera sistematica e organizzata si e spartito il territorio e lo controlla,
    • dal nomadismo senza regole. 

   6. LE SCUOLE COMUNALI E PROVINCIALI DI FOLIGNO, MANCANO DELLA NECESSARIA SICUREZZA DEGLI IMPIANTI E SOPRATTUTTO DELLA SICUREZZA SISMICA

Le famiglie, sono tuttora all’oscuro sullo stato di sicurezza degli edifici scolastici, nei quali accompagnano i loro figli/nipoti. Ciò crea una preoccupazione, ed inoltre essendo che l’accesso ai finanziamenti, per la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico delle scuole, necessita della conoscenza dello stato attuale di vulnerabilità, tale mancanza fa’ perdere la possibilità di fare le domande per accedere ai finanziamenti.

Il Movimento StelleNelCuore si domanda, se esiste un crono-programma che preveda quali edifici necessitano di interventi e in quali tempi tali edifici saranno messi in sicurezza e quando tale piano sarà comunicato ai Cittadini? 

Visto che per poter richiedere i finanziamenti concessi dallo stato, occorre avere la documentazione dello stato di vulnerabilità sismica di ogni edificio, si domanda quante strutture scolastiche ne sono ancora prive, quando i cittadini saranno informati sullo stato attuale di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici e quanti edifici necessitano di lavori di messa in sicurezza?     

Quante risorse e quanti anni occorreranno per completarne la messa in sicurezza di tutti gli edifici scolastici del nostro comune?

  7. LO STATUTO CONCEPITO E MODIFICATO NEGLI ANNI  DAL CENTRO SINISTRA, RESTERÀ IMMUTATO O SARA’ MODIFICATO DAL CENTRODX.

Poiché crediamo che, lo Statuto non sia allineato al pensiero dell’attuale amministrazione e che pertanto la nuova provvederà a farne una profonda revisione, noi del Movimento “StelleNelCuore”, chiediamo che la sua modifica, non avvenga nelle “segrete stanze” ma che prima che lo stesso sia portato in commissione per predisporlo alla sua approvazione in Consiglio Comunale, occorra che della bozza sia prima data, una accurata e dettagliata informazione (essendo per noi – LO STATUTO – l”atto normativo  fondamentale che disciplina l’organizzazione e il funzionamento di un ente pubblico”), ai Cittadini, nella quale sia chiaramente indicato cosa si cambia e perché, spiegando le possibili conseguenze che le modifiche comporteranno.                             

   8. LA PARTECIPAZIONE ALLA VITA DEL COMUNE ATTRAVERSO IL “BILANCIO PARTECIPATIVO”

I Cittadini già ingannati dalla passata amministrazione, si domandano se visto che già nel 2013 il Consiglio Comunale nella seduta del 22 gennaio, con voto unanime si era preso l’impegno, approvando una mozione, d’istituire il bilancio partecipativo, e di avviarlo in forma sperimentale già dal bilancio 2013, se almeno ora, il Sindaco e la nuova Giunta coglieranno l’occasione per renderlo esecutivo, magari a partire dal prossimo anno.

   9. IL VERBALE DELLA VERIFICA STRAORDINARIA DI CASSA, DOVREBBE ESSERE RESO PUBBLICO. QUALE E’ LA SITUAZIONE EREDITATA?  

A seguito dell’insediamento, la verifica di cassa straordinaria è uno degli obblighi del sindaco subentrante.

Il regolamento di contabilità del comune, prevede (come vuole la legge) che:  Ad ogni cambiamento del Sindaco deve effettuarsi, una verifica straordinaria di cassa, con l’intervento anche del Sindaco cessante e di quello subentrante.

Crediamo che il “verbale di verifica straordinaria di cassa” fatto dovrebbe essere reso pubblico, almeno nei suoi aspetti più rilevanti (come ad esempio la verifica della esigibilità dei crediti figuranti in bilancio), per consentire ai Cittadini di essere informati dello stato  economico, delle casse del comune, attuale. 

    10. LA STRUTTURA AMMINISTRATIVA COMUNALE, SARA’ RINNOVATA … QUANDO? 

Il TUEL recita: il Sindaco nomina i responsabili degli uffici e dei servizi, distribuisce gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna.

I CuorStellati si aspettavano che, la nuova amministrazione, dopo 50 anni di governo di centro sinistra, operasse radicali cambiamenti, nelle aree, uffici e servizi comunali, sia nel modus-operandi, sia nell’organico affidato ai singoli servizi, ma soprattutto nei dirigenti preposti.  

Credevamo che cambiare i Dirigenti di vecchia data (quelli sostituibili), e applicare per gli altri la legge effettuando la rotazione degli stessi negli incarichi assegnati, rivalutando anche i compiti dei responsabili dei servizi (mini dirigenti), fosse una delle prime cose che il sindaco avrebbe fatto, per far partire la nuova amministrazione, con un piglio diverso. Sembra invece che, la scelta sia stata quella di lasciare immutato, tutto quanto era possibile. 

Il Movimento StelleNelCuore non è venuto infatti a conoscenza, né dalla stampa, né attraverso l’albo pretorio, di sostanziali modifiche organizzative, relative ad uffici amministrativi o a dirigenti (ad esclusione della sostituzione di Ottaviani Vincent, Dirigente dell’Area Governo del Territorio, per cessato dall’incarico dello stesso nel mese di giugno) e funzioni apicali, ma solo di nuove posizioni relative ad ORGANI DI DIREZIONE POLITICA, alle dirette dipendenze del Sindaco.

Sarebbe, secondo noi nocivo al cambiamento, se la nuova direzione politica, non provvedesse rapidamente a fare una profonda revisione degli uffici, con la conseguente riorganizzazione sia dei compiti, anche delle figure apicali degli uffici, così come la riassegnazione delle aree ai dirigenti confermati e l’assegnazione delle altre ai nuovi dirigenti, che andrebbero rapidamente cercati e selezionati. 

A noi del Movimento sembra indispensabile che, nell’interesse dei cittadini, l’amministrazione  Comunale, a prescindere dal suo orientamento politico (dopo decine di anni di amministrazione con un unico orientamento politico), provveda ad una completa ristrutturazione dei servizi e delle aree assegnate ai dirigenti, dell’organizzazione interna agli stessi, sino a gradualmente e in tempi e modi prefissati, aggiorni (anche gli orari) modernizzando le strutture, per migliorare la qualità dei servizi. Infine crediamo che, approfittando dei tanti pensionamenti previsti, si possa anche fare nuove assunzioni mirate, riducendo contemporaneamente anche i costi fissi del personale.

I CITTADINI ASPETTANO DI SAPERE E MERITANO RISPOSTE

La maggioranza dei Cittadini si aspetta un cambiamento radicale  … 

Movimento StelleNelCuore    https://www.stellenelcuore.it/   Foligno (PG)   

I Cittadini di Foligno aderenti al

Movimento StelleNelCuore

Allegati:

QUESTA LA LETTERA INVIATA:

LETTERA APERTA ALLA NUOVA AMMINISTRAZIONE

Al Sindaco di Foligno Dott. Zuccarini  e  alla nuova Giunta Comunale:  MELONI RICCARDO, BARILI DECIO, CESARO MARCO, CETORELLI AGOSTINO, DE BONIS PAOLA, GIULIANI MICHELA, UGOLINELLI ELISABETTA

e PC. Al Consiglio Comunale Piazza della Repubblica 10 06034 Foligno (PG)

Foligno – 06 dicembre 2019

Al Sindaco del Comune di Foligno

Egr. Avv. Stefano Zuccarini

E alla Giunta del Comune di Foligno

E p.c. al Consiglio Comunale

OGGETTO: DIECI DOMANDE AL NUOVO PRIMO CITTADINO DI FOLIGNO

Gent. le sindaco, il gruppo di cittadini aderenti al Movimento StelleNelCuore, facendo anche da portavoce per molti altri Cittadini folignati, porgono a Lei e alla sua Giunta alcune domande, su aspetti che ritengono di urgente soluzione, sui quali ritengono che la nuova amministrazione, debba prontamente dare risposte, non esimendosi dall’informare i cittadini, di quanto gli organi esecutivi stanno facendo o intendano, nei prossimi mesi, fare.

Nella certezza che Lei e la sua Giunta, non mancheranno nel dare una pronta, adeguata e chiara risposta ai Cittadini tutti, di seguito ci pregiamo di sottoporre alla Sua attenzione le seguenti domande:

  1. Aver presentato IL PROGRAMMA DI MANDATO(linee programmatiche)dopo quasi 120 gg. dall’insediamento, non è per caso, la causa del grande ritardo della presentazione del DUP (l’approvazione prevista dal TUEL era entro 31 luglio); il grande ritardo nell’approvazione del Documento unico di programmazione (DUP)
     non genererà un ritardo nel piano operativo previsionale del prossimo anno, facendo slittare l’operatività della Giunta?
  2. Aver confermato il Segretario Comunale, invece di sostituirlo (come nella norma avviene, quando varia l’orientamento politico dell’amministrazione),non comporterà notevoli difficoltànel mettere in campo le necessarie modifiche organizzative interne, alla macchina amministrativa comunale?
  3. Visto che l’amministrazione Mismetti ha lasciato apertala storica problematica dell’area Campus Ex Zuccherificio, che costringe Lei a la sua Giunta ad approvare o rigettare la proposta della Coop in tempi ormai scaduti, le domandiamo qual è la decisione da voi presa al riguardo: rigettare, accettare o modificare (come?), avete o pensate di contrattare un nuovo accordo, o proseguire nella via legale?  
  4. In considerazione che la sicurezzanel programma elettorale era il Suo/vostro “cavallo di battaglia” le chiediamo: Cosa sta’ facendo e cosa intende al più presto fare, per fronteggiare tale grave e crescente problema, nei suoi aspetti più sensibili, tra i quali citiamo:
  • la MalaMovida,
  • la microcriminalità,
  • l’accattonaggio molesto che in maniera sistematica e organizzata si è spartito il territorio e lo controlla,
  • il nomadismo senza regole 
  1. Rilancio economico, per quando è previsto far partirei progetti (promessi in campagna elettorale) di rilancio della montagna, del commercio e della viabilità in particolare del centro storico?
  2. Visto che i finanziamenti,per la messa in sicurezza e l’adeguamento sismico delle scuole, passano inevitabilmente dall’esistenzadi un quadro generale, dell’attuale stato di vulnerabilità degli edifici scolastici, entro quanto tempo tale piano sarà predisposto e quando pensa di comunicarlo ai Cittadini? 
  3. Visto che lo Statuto del Comune è stato concepitoe successivamente aggiornato da amministrazioni di sinistra, i cittadini si domandano se, come ed eventualmente quando, la nuova amministrazione intende modificarloper metterlo in linea con i principi politici della nuova amministrazione? 
  4. Visto chedal 22 gennaio 2013 il Comune con la sua passata amministrazione, il Consiglio comunale approvando una mozione con voto unanime, si era preso l’impegnod’istituire il BILANCIO PARTECIPATIVOChiediamo al Sindaco se e quando intende dar esecutività alla mozione, o se invece intende eliminare tale possibilità democratica dallo statuto? 
  5. Visto che ad ogni cambiamento del Sindaco,è previsto che sia effettuata una verifica straordinaria di cassa(è uno degli obblighi del sindaco subentrante). I cittadini vorrebbero conoscere i risultati negli aspetti più rilevanti, (come ad esempio la situazione crediti inesigibili) possibilmente commentati dai Sindaci (cessante e subentrante), del “verbale di verifica straordinaria di cassa”? 
  6. Visto che le notizie che trapelano, sono quasi esclusivamente di conferme di incarichi, mentre il TUEL prevede che il Sindaco nomini i responsabili degli uffici e dei servizi,e distribuisca gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna.            Visto che l’amministrazione dopo 50 anni di governo di centro sinistra, necessita sicuramente di cambiamentinella conduzione delle aree, uffici e serviz Chiediamo ora come intendete operare: 
  • cambiando i Dirigentidi vecchia data? 
  • applicando quanto previsto dalla leggeruotandoli negli incarichi assegnati? 
  • E per i Responsabile dei Servizi (mini dirigenti), intendere rivalutare le loro posizioni all’interno dell’amministrazione? 

LE RISPOSTE ALLE NOSTRE DOMANDE, SONO NECESSARIE PER RISPONDERE ALLE LEGITTIME ATTESE DEI CITTADINI

 Il Movimento StelleNelCuore in rappresentanza di alcuni suoi concittadini, chiedono a Lei primo cittadino di consentire a tutti gli interessati, di poter valutare l’operato della Giunta e dell’amministrazione tutta, anche esprimendo critiche e consensi, utili a lei e ai suoi collaboratori per amministrare con il consenso ragionato, degli utenti cittadini.    

Certi che vista l’importanza delle domande all’oggetto, Lei e l’amministrazione provvediate al più presto a dare risposta alle domande poste, la ringraziamo anticipatamente per la preziosa attenzione e per il tempo che ci dedicherà.

Per eventuali risposte dirette e contatti:

Tel. 350 5846420                                                                                    E-Mail: coordinatore@stellenelcuore.it

Movimento StelleNelcuore

Coordinatore

Angelo Esposto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *