MIUR – via al bando per la sicurezza nelle scuole

Il MIUR stanzia 65,9 milioni per la sicurezza: finanziamento in favore di Enti Locali per verifiche su solai e controsoffitti degli istituti scolastici

Aperto fino a fine novembre il bando del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che stanzia 65,9 milioni di euro per prevenire i crolli di solai e controsoffitti negli edifici scolastici.

Nel dettaglio le risorse complessivamente disponibili sono così ripartite:

  • 40 milioni di euro per finanziare verifiche e indagini diagnostiche relative a elementi strutturali e non strutturali di solai e controsoffitti con riferimento a immobili pubblici adibiti a uso scolastico e censiti nella SNAES;
  • 25,9 milioni di euro, da ripartire successivamente, per interventi urgenti che dovessero rendersi necessari all’esito delle suddette indagini e verifiche sui solai e controsoffitti.

In particolare, il 30% dei fondi è riservato a Province e Città Metropolitane mentre la restante percentuale è a favore dei Comuni e/o unioni di Comuni.

Modalità di partecipazione

beneficiari del bando sono gli enti locali proprietari di immobili pubblici adibiti a uso scolastico di ogni ordine e grado, censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Sono ammesse a finanziamento le indagini e le verifiche relative sia a elementi strutturali sia a elementi non strutturali dei solai e controsoffitti

Le candidature saranno selezionate sulla base dei seguenti criteri:

  • vetustà degli immobili, con particolare riferimento agli edifici costruiti prima del 1970,
  • zona sismica,
  • popolazione scolastica coinvolta,
  • tipologia costruttiva dei solai,
  • assenza di finanziamento negli ultimi cinque anni per interventi strutturali o per indagini diagnostiche,
  • eventuale quota di cofinanziamento.

L’indagine diagnostica dovrà concludersi con:
A) relazione tecnica vidimata dal tecnico che ha effettuato le indagini, che evidenzi le criticità rilevate secondo i seguenti punti (premessa riportante le scelte alla base dell’indagine diagnostica, inquadramento e strumentazioni, referto delle analisi condotte);
B) elaborati grafici su planimetrie rilevate in loco, che evidenzino zona per zona i punti soggetti a sfondellamento, l’evoluzione del fenomeno, il grado di pericolosità e la valutazione del degrado;
C) ipotesi di intervento per la mitigazione del rischio inclusa una valutazione di massima sia dell’importo economico che della tempistica realizzativa degli interventi ipotizzati.

Le graduatorie distinte per comuni e/o unioni comuni e province/città metropolitane saranno approvate con decreto del Direttore della Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l’istruzione e per l’innovazione digitale e, successivamente, pubblicate sul sito dell’edilizia scolastica.

Le domande devono essere presentate entro le ore 15.00 del 29 novembre 2019

Il link all’avviso:

https://bit.ly/32oZuR7

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *