Fondi Europei: prossimo bilancio UE 2021-2027

Documenti e incontri di partenariato tecnico per la programmazione dei fondi europei della Politica di Coesione 

Per il prossimo bilancio a lungo termine dell’UE (2021-2027) la Commissione propone di rendere moderna la politica di coesione, vale a dire la principale politica di investimenti dell’UE e una delle sue più concrete espressioni di solidarietà.

Pur avendo ancora a disposizione 36,9 milioni di Euro, di risorse da utilizzare per l’Umbria, relative alla programmazione europea 2014/2020, già occorre interessarsi, senza perdere tempo 

Nel periodo 2021-2027 gli investimenti dell’UE saranno orientati su cinque obiettivi principali:

Gli investimenti per lo sviluppo regionale saranno principalmente incentrati sugli obiettivi 1 e 2.

Tra il 65% e l’85% delle risorse del FESR e del Fondo di coesione sarà assegnato a queste priorità, in funzione della ricchezza relativa degli Stati membri.

La Regione Umbria ha dato avvio ai lavori di preparazione della nuova fase di programmazione adottando un atto di Giunta (DGR 465 del 18 aprile 2019)  con cui si avvia, tra l’altro, la consultazione del partenariato tecnico.

Novità interessanti ci saranno per le imprese e gli imprenditori che beneficiano del sostegno dell’UE. Infatti il nuovo quadro prevede meno burocrazia, e modalità agevolate per le domande di pagamento e opzioni semplificate in materia di costi.

La Commissione propone inoltre di alleggerire i controlli per i programmi che hanno registrato buoni risultati, facendo maggiore affidamento sui sistemi nazionali ed estendendo il principio “dell’audit unico” al fine di evitare la duplicazione dei controlli.

La politica di coesione 2021-2027 sarà resa più flessibile in tre modi:
– un riesame intermedio determinerà l’eventuale necessità di modificare i programmi per gli ultimi due anni del periodo di finanziamento, in base alle priorità emergenti, ai risultati dei programmi e alle ultime raccomandazioni specifiche per paese;
– entro certi limiti sarà possibile trasferire risorse da un programma all’altro, senza che si renda necessaria l’approvazione ufficiale della Commissione.
– una disposizione specifica agevola la mobilitazione di finanziamenti UE sin dal primo giorno in caso di catastrofe naturale.

Sono ben 80 le misure di semplificazione, previste per la prossima  “politica di coesione 2021-2027” qui sotto il link:

http://www.regione.umbria.it/documents/18/15376446/80+MISURE+DI+SEMPLIFICAZIONE/83058b2f-877d-4e3c-81a3-10881560a61e

LA SFIDA DEL 2021-2027: “UTILIZZARE LE MAGGIORI RISORSE”

Più risorse per l’italia e l’Umbria rientra tra le regioni favorite.

L’Umbria infatti risulta classificata, rispetto al nuovo piano, come regione in transizione, mentre negli anni precedenti apparteneva al gruppo regioni più sviluppate.


Per l’Italia a prezzi correnti ci sarebbe un aumento da 34 a 43,5 miliardi di euro, a prezzi costanti (2018) da 36,2 a 38,6 miliardi, con una differenza in più di 2,4 miliardi rispetto al periodo 2014-2020.

Ma quanto spetterà alle varie nazioni europee? 

Questi i valori a prezzi 2018 che spetteranno alle varie Regioni Europee:

  • La Polonia svetta sempre con 64,4 miliardi di euro;
  • L’Italia segue con 38,6 miliardi,
  • La Spagna con 34 miliardi, 
  • La Romania 27 miliardi,
  • Il Portogallo 21,1 miliardi,
  • La Grecia 19,2 miliardi,
  • L’Ungheria 17,9 miliardi,
  • La Repubblica Ceca 17,8 miliardi,
  • La Francia 16 miliardi,
  • La Germania 15,6 miliardi. 

Motivo: il calcolo della dotazione riflette il peggioramento delle condizioni economiche e sociali delle regioni meridionali nel corso della lunga crisi originata dal dissesto finanziario globale e dalla crisi del debito sovrano, e
la nuova ponderazione di altri fattori diversi del PIL pro capite.

Questo è l’atto di presentazione di un percorso che vedrà successivi momenti tecnici di confronto tecnico con i soggetti pubblici e privati e che porterà la Regione Umbria ad attivare la futura fase di programmazione a partire dal 1° gennaio 2021.

http://www.regione.umbria.it/programmazione-fesr/notizia/-/asset_publisher/PVUq7ammJALj/content/avvio-della-programmazione-dei-fondi-europei-della-politica-di-coesione-per-il-periodo-2021-2027?read_more=true

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *